Fisascat Cisl Palermo-Trapani Via XX Settembre n 67 Palermo- tel 091 6254406 fax 091349939 Presidio: Piazza Ciaccio Montalto, 27 – 91100 Trapani – Tel. 0923/21895 – fax 0923/21182 fisascat.palermo.trapani@cisl.it- Notizie on line sul mondo del lavoro www.fisascatpalermotrapani.it
www.fisascatpalermotrapani.it
GIECO(marchio Migliore): avvio procedure licenziamento collettivo PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Martedì 19 Settembre 2017 13:38
Appena giunta alla OO.SS. la comunicazione di Licenziamento collettivo ai sensi dell'art. 4 L. 23 luglio 1991 n. 223 inviata da Gieco.
"La comunicazione giunge come una doccia fredda. - dichiara Mimma Calabrò - All'orizzonte si intravede l'ennesimo calvario per tutti i lavoratori che, reduci del fallimento Migliore, cercavano il riscatto con il nuovo imprenditore. Ma anche questa volta registriamo, con grande rammarico, che si preferisce deporre le armi avviando procedure di licenziamenti collettivi. Una situazione, di certo, da tempo complicata.  Dall'affitto di ramo d'azienda del Polo Grande Migliore Trapani, si sono abbassate le saracinesche delle unità produttive di Migliore Casa - Migliore Giocattolo e Area Notte di Palermo alle quali vanno aggiunte le chiusure di via Aiace e Partinico.  A dire della società neanche il ricorso alla CIGS è stato sufficiente per superare le criticità. Ma ciò che più rammarica in questa situazione è che i lavoratori hanno fatto di tutto per evitare il peggio. Anche di sopportare cronici ritardi nei pagamenti degli stipendi, portando avanti le loro famiglie con degli acconti riferiti comunque a mensilità non correnti. Purtroppo la storia si ripete. Al momento necessita attendere la convocazione dell'esame congiunto per entrare nel merito della questione. La Fisascat, però, anche questa volta è pronta a intraprendere ogni iniziativa ritenuta idonea a tutela dei lavoratori, dei loro diritti, del loro reddito".
 
Centinaia di lavoratori del pulimento consorzio Manital da mesi senza stipendio PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Venerdì 15 Settembre 2017 00:00
Sono centinaia i lavoratori, dipendenti delle aziende consorziate Manital che svolgono servizio di pulizia presso gli enti pubblici della Sicilia, a non percepire stipendio da 3 mesi.
"Siamo fortemente preoccupati - afferma Mimma Calabrò Segretario Generale Fisascat Cisl Sicilia - per quanto sta avvenendo. I lavoratori sono stremati. Sono già trascorsi oltre 3 mesi dall'ultimo pagamento eppure, ancor oggi, con grande senso di responsabilità continuano a garantire il loro servizio presso gli enti pubblici siciliani, seppur invano hanno atteso che si realizzassero le promesse delle aziende. Il tutto nell'assoluto silenzio di Manital, capofila del consorzio, che tra l'altro è una delle aziende leader nel settore.
Attendiamo di esperire presso la Prefettura di Palermo la procedura di raffreddamento e conciliazione obbligatoria, come previsto dalle normative vigenti, con l'auspicio di poter arrivare ad una soluzione. Contrariamente, metteremo in campo tutte le azioni ritenute idonee per tutelare i diritti dei lavoratori e il reddito delle loro famiglie con le conseguenziali ricadute sui servizi pubblici svolti in importanti appalti quali quello dell'Università di Palermo, Riscossione Sicilia, INPS, INAIL, Protezione Civile nonché Caserme e Poste Italiane seppur solo in alcune province. Confidiamo, nelle more, che l'incontro che si realizzerà a Roma con le Segreterie nazionali il prossimo 19 settembre possa essere risolutorio della vertenza in modo da sospendere qualsiasi iniziativa promossa e ridare serenità ai lavoratori e alle loro famiglie."
Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Settembre 2017 07:22
 
COOP SICILIA/COOP ALLEANZA 3.0 - Comunicazione di incorporazione PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Mercoledì 13 Settembre 2017 07:08
Coop Alleanza 3.0 e Coop Sicilia hanno appena inviato alle OO.SS. la comunicazione di trasferimento e fusione per incorporazione sottoscritta dalle società.
" Comincia a prender forma - dichiara Mimma Calabrò Segretario Generale Fisascat Cisl Sicila - l'importante progetto di fusione per incorporazione di Coop Sicilia in Coop Allenaza 3.0 che, ad oggi, èla più grande cooperativa di consumatori d'Europa. Un segnale positivo in un momento molto delicato per i lavoratori della Coop in Sicilia che, ancor oggi, sono in attesa della definizione della procedura di mobilità avviata il 1 giugno u.s. a seguito di un dichiarato esubero pari a 273 unità. Nelle more che si definiscano tutte le consultazioni nelle assemblee dei lavoratrori di tutta la rete vendita siciliana ai quali viene sottoposta l'ipotesi di accordo siglata il 5 settembre scorso, giunge una nota positiva. Il piano industriale prospettatoci nel corso della difficile trattativa sembra avviarsi. Auspichiamo che, già della definizione della fusione che avverrà il 1° gennaio 2018, ai sacrifici richiesti ai lavoratori nelle molteplici ristrutturazioni organizzative susseguitesi negli ultimi anni, seguano interventi espansivi e di sviluppo".

 
Comunicazione lutto famiglia Chiofalo PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Venerdì 08 Settembre 2017 09:10
La Fisascat esprime il proprio cordoglio per la scomparsa improvvisa della figlia dell'amico Pippo Chiofalo.
 
LAVORATORI EX PARTECIPATE REGIONALE DICONO "GIU' LA MASCHERA" PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Giovedì 07 Settembre 2017 16:59
Il grido dei lavoratori dell'ex partecipate

"Giù la maschera, basta inganni"

"È arrivato il momento di gettare la maschera", dichiara Mimma Calabrò, segretario regionale della Fisascat Cisl Sicilia. Non si gioca con la vita delle persone. Ognuno si assuma le proprie responsabilità. Spieghino perchè da più di un anno 152 ex dipendenti di CIEM, Sviluppo Italia Sicilia, Cerisdi, Spi, Lavoro Sicilia, Quarit,  Iridas e terme di Sciacca sono appesi al filo della mala burocrazia.
Lo abbiamo denunciato in tutte le sedi istituzionali, non ci resta che appellarci alla sensibilità della stampa. Fisascat Cisl Sicilia, Cgil, Fabi, Uilca hanno raccolto in un dossier tutti i passaggi di una vicenda scandalosa. Domani alle 12 è stato convocato un nuovo incontro all'Assessorato Regionale allEconomia.
Dovrebbero essere presenti la Vice Presidente della Regione Mariella Lo Bello, il Ragionere Generale della Regione Siciliana dott. Giovanni Bologna nonchè i vertici dell'Assessorato al Bilancio e di alcuni dipartimenti interessati e il Presidente della SAS dott. Sergio Tufano. 
Speriamo non sia l'ennesima farsa.
I 152 lavoratori avrebbero dovuto essere assunti dalla Sas, nata dalla fusione delle partecipate regionali Biosphera, Multiservizi, Beni culturali SpA.
Ed invece ad oggi non hanno firmato alcun contratto. Eppure ci sono una legge e la copertura finanziaria.
C'è tutto ciò che serve, ma non il lavoro che gli spetta. Perché?  Perché gli atti sembrano restare nel cassetto, le convenzioni arrivare incomplete in assenza delle opportune sollecitazioni.
Personale altamente specializzato potrebbe dare un grande contributo alla macchina amministrativa regionale. Ed invece quella stessa macchina li sta sta schiacciando. I lavoratori sono finiti nella rete dell'immobilismo  che annienta diritti e aspettative.
 
Coop Sicilia: firmata ipotesi di accordo. Salvaguardia per i 273 esuberi PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Mercoledì 06 Settembre 2017 09:02
Firmata nella tarda serata di ieri l'ipotesi di accordo tra le OO.SS. e Coop Sicilia che con lettera del 1° giugno scorso comunicava l'avvio della procedura di mobilità dichiarando un esubero di personale pari a 273 unità.
"Una estenuante trattativa - dichiara Mimma Calabrò Segretario Generale Fisascat Cisl Sicilia - iniziata nel mese di giugno scorso e conclusasi con la 2 giorni di Catania. Un primo obiettivo è stato raggiunto. Con l'ipotesi sottoscritta si scongiurano i licenziamenti e i relativi esuberi dichiarati nell'ambito della procedura e che hanno tenuto per mesi col fiato sospeso 273 lavoratori e le loro famiglie".
Saranno, però, i lavoratori ad esprimersi e decidere se l'ipotesi potrà essere ratificata in accordo nelle assemblee generali che verranno convocate nei prossimi giorni in tutta la Sicilia.
"Non è stato semplice raggiungere l'intesa - continua la sindacalista - inizialmente le distanze tra le parti sembravano incolmabili. Innumerevoli le richieste avanzate dalla Coop e, conseguentemente, pesantissime le ricadute in termini di perdita di salario per lavoratori. Dopo innumerevoli incontri e quando le differenti visioni apparivano insanabili, giunge nella tarda serata di ieri la svolta.
Se da un lato esprimiamo soddisfazione per l'intesa raggiunta dall'altro non possiamo non tenere conto dei sacrifici che i lavoratori tutti dovranno fare per tutta la vigenza dell'accordo laddove lo stesso dovesse essere ratificato. Ma a fronte di Flessibilità, armonizzazione dell'orario di lavoro per tutti i lavoratori a 40 ore settimanali da riparametrare per i part time,  ammortizzatori sociali o esodo incentivato, sancite importanti garanzie di salvaguardia totale dell'occupazione.
L'Ipermercato di Ragusa non chiuderà i battenti e gli 83 lavoratori ivi impiegati continueranno a lavorarvi regolarmente.
I lavoratori delle altre unità produttive destinate alla chiusura verranno reimpiegati nei super o negli iper nell'ambito della stessa provincia dove erano precedentemente impiegati e anche laddove si dovessero perfezionare gli accordi di cessione di Zafferana Etnea e San Giovanni La Punta del catanese previste per personale clausole di salvaguardia in Coop.
Sembrerebbero essere in corso, infatti, trattative con il gruppo Rocchetta che da quanto appreso sarebbe interessato ai punti vendita destinati alla chiusura.
L'auspicio è che gli interventi difensivi riescano realmente a tradursi nelle opportunità di quella crescita e sviluppo già inserita nel piano industriale societario che prevede, sin dal 1° gennaio 2018, l'incorporazione di Coop Sicilia in Coop Alleanza 3.0 che è il colosso del sistema cooperativistico nazionale in modo che gli sforzi e i sacrifici che i lavoratori affronteranno, laddove l'ipotesi dovesse ratificarsi in accordo, non vengano vanificati".
Leggi tutto...
 
Cambio insegna p.v. Carrefour PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Lunedì 04 Settembre 2017 08:10
Il Carrefour di via Lanza di Scalea, a Palermo, cambia insegna. Diventa “Centesimo” della Ica Marker srl. La società lo ha comunicato alle sigle sindacali. Nei locali troverà posto anche il negozio di calzature e pelletteria "Il Globo". La società ha inoltre fatto sapere che il personale sarà mantenuto in servizio. In attesa che vengano completati i lavori i dipendenti saranno dirottati negli altri punti vendita già acquisiti a partire dal 2015.

“Il cambio di insegna - dichiara Mimma Calabrò segretario generale Fisascat Cisl Sicilia - e la presenza di un corner dedicato ad un altro marchio può essere l'occasione per ridare slancio all'intero punto vendita di via Lanza di Scalea. I lavoratori non pagheranno pegno per l'operazione commerciale. Ed è il risultato più importante. Ben vengano scelte aziendali coraggiose in un momento in cui molte società, invece, preferiscono stare sulla difensiva con pesanti conseguenze per i livelli occupazionali. La Fisascat - conclude - continuerà a seguire gli sviluppi e i cambiamenti aziendali affinché siano tutelati i diritti acquisiti e maturati dai lavoratori sin dai tempi in cui erano dipendenti Carrefour".
 
AVVISO AL PUBBLICO: CHIUSURA UFFICI MESE DI AGOSTO PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Mercoledì 26 Luglio 2017 07:11
 
Accordo per cambio gestione c/o mense servizio polizia penitenziarie carceri siciliane PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Martedì 25 Luglio 2017 00:00
Si è siglato oggi l'accordo per il cambio di appalto mensa della polizia penitenziaria nei carceri siciliani, previsto per il 1 Agosto p.v.. 
La tutela dei livelli occupazionali e reddituali è stata alla base della lunga trattativa che si è conclusa dopo tre incontri con la Cot Ristorazione, azienda subentrante. 
"Si è raggiunto un accordo che vedrà dal primo agosto la continuità lavorativa di circa 60 lavoratori in Sicilia - afferma Mimma Calabrò segretario generale della Fisascat-Cisl Sicilia - La responsabilità di individuare un periodo di verifica dell'andamento dell'appalto, flessibilità di utilizzo del lavoro ed il loro costante monitoraggio sono stati uno strumento di dialogo con l'azienda, che ha permesso di salvaguardare il lavoro dei lavoratori ed il reddito delle loro famiglie  Auspichiamo per il futuro -  conclude il segretario - che oltre al nuovo codice degli appalti, possa seguire l'introduzione di norme che attribuiscano il giusto valore alla tutela dei profili orari dei lavoratori che vi operano".
Ultimo aggiornamento Mercoledì 26 Luglio 2017 07:11
 
COOP SICILIA: esito negativo dell'esame congiunto PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Giovedì 20 Luglio 2017 00:00
Sì è concluso oggi, con esito negativo, l'esame congiunto in sede sindacale a seguito delle procedure di licenziamento collettivo avviate da Coop Sicilia SpA.
Le proposte avanzate delle OO.SS., sono state tutte ritenute da Coop Sicilia non esaustive per risolvere complessivamente le criticità legate all'elevato costo del lavoro per il quale, come già noto, richiedono interventi atti a recuperare una parte dei 10 milioni di euro necessari per definire il piano industriale che avrebbero intenzione di avviare nel triennio 2017/2019, conseguenziale alla fusione a far data dal 1° gennaio 2018 con Alleanza 3.0.
Pertanto, il ricorso agli Ammortizzatori sociali (es. cassa integrazione e/o esodo volontario incentivato con possibilità di riassunzione nel caso di prossime aperture da coop stessa prospettate) secondo l'azienda non sono sufficienti per ridurre la perdita di Coop Sicilia, anzi chiedono forti interventi su istituti contrattuali.
“Sono proposte eccessivamente onerose per i lavoratori che già hanno subito in passato dei tagli - afferma Mimma Calabrò Segretario Generale della Fisascat Cisl Sicilia - e non è possibile che conseguenze dovute anche a scelte errate del management ricadano sui lavoratori che dovrebbero pagare un pesantissimo scotto. A nostro avviso - continua il segretario - vanno utilizzati strumenti alternativi che puntino alla salvaguardia del reddito e dei livelli occupazionali, senza mettere in alcuna maniera a  repentaglio il contratto collettivo del lavoro. Chiederemo un incontro con l'Assessore Regionale alle attività produttive al fine di trovare soluzioni a garanzia del futuro dei lavoratori e delle loro famiglie”.

Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Luglio 2017 08:22
 
Lavoratori Albo Ex Partecipate PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Mercoledì 12 Luglio 2017 13:39
“Il tempo dell’attesa è finito e non si possono più tollerare ulteriori rinvii. Dopo l’approvazione della parifica della legge di bilancio prevista il 19 luglio p.v. i 152 lavoratori facenti capo all’Albo Unico delle Società Regionali poste in liquidazione, dovranno tutti essere ricollocati presso le società partecipate non in liquidazione (la maggior parte in SAS)” – questo afferma, senza mezzi termini, Mimma Calabrò, Segretario Generale della Fisascat Cisl Palermo Trapani. 
Dopo due leggi e tanti cavilli burocratici, dopo tre anni di attese, per questi lavoratori ormai estenuati e mortificati nelle loro professionalità, occorre adesso un atto di giustizia in tutti i sensi. A nostro avviso, non possono esserci più dubbi sulla legittimità della norma nonché delle leggi promulgate dall’Ars nell’ultimo triennio ma adesso gli inqualificabili rinvii perpetrati da parte dell’amministrazione e di SAS non sono più tollerabili. A fronte dell’attuale immobilismo, si registrano un impegno e una volontà positiva e propositiva, sia da parte dell’Assessore Alessandro Baccei che delle Commissioni Lavoro e Bilancio, che hanno lavorato in sinergia e con lungimiranza per attuare disposizioni normative atte a salvaguardare questo personale. 
“Chiediamo che gli impegni presi dall’Amministrazione Regionale in accordo con la società SAS, in occasione del tavolo del 21 giugno u.s. che si è tenuto alla presenza dei sindacati presso l’Assessorato Regionale al Bilancio, che si impegnava a definire i contratti di inserimento in SAS a partire dal 13 luglio c.a., incontrino le necessità di personale già formalizzate dai Dipartimenti Regionali (Ambiente, Famiglia, Beni Culturali, Attività produttive e altri). Tutto questo per altro è bene ricordarlo, trova il pieno sostegno finanziario con specifiche risorse già allocate. Non manca più  nulla insomma per mettere la parola fine all’odissea cui sono stati costretti per anni queste 152 risorse, infatti c’è la legge, ci sono le risorse e il fabbisogno espresso da enti e dipartimenti per potenziare i servizi resi. Sono giunte al traguardo e devono giustamente riacquistare il loro riconosciuto e meritato diritto a riprendere da dove avevano lasciato” – conclude il Segretario della Fisascat – “quel diritto si chiama lavoro”.

 
MONDADORI - Cessione ramo di azienda p.v. via Ruggiero Settimo a OVS PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Lunedì 10 Luglio 2017 14:14
Appena ricevuta la comunicazione ai sensi dell'art. 47 L. 428/1990 con la quale Mondadori Retail SpA e OVS SpA comunicano congiuntamente la loro intenzione di procedere con la cessione del ramo di azienda dell'attività commerciale di Modadori sita in Palermo in via Ruggiero Settimo alla OVS.
"Registriamo positivamente quanto contenuto nella comunicazione ai sensi dell'art. 47 - dichiara Mimma Calabrò Segretario generale Fisascat Cisl Sicilia - i livelli occupazionali, da quanto dichiarato, sono tutti salvaguardati. Dei 14 dipendenti, sette rimarranno in capo alla Mondadori e gli altri 7, senza soluzione di continuità passaranno alle dipendenze di OVS così come previsto dall'art. 2112 del c.c. Se, da un lato, però registriamo positivamente la volontà di OVS di voler ampliare e consolidare la propria attività sul palermitano, dispiace che un marchio come Mondadori faccia scelte difensive piuttosto che espansive. Attendiamo la convocazione dell'esame congiunto per entrare nel merito della questione richiedendo altresì a OVS il rispetto dell'accordo di integrazione gestionale al verbale sottoscritto nell'ambito della procedura 223/91 siglato il 28 dicembre 2016 con il quale si prevede la riassunzione dei lavoratori posti in mobilità, secondo i termini dell'accordo stesso, di essere ricollocati nei pdv di Palermo e provincia non appena vi fossero state le condizioni per poter procedere in tal senso".
 
GIECO: avvio procedure licenziamento collettivo PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Venerdì 30 Giugno 2017 13:36
"La situazione sta diventando più che mai preoccupante - dichiara Mimma Calabrò segretario generale Fisascat Cisl Palermo Trapani - all'avvio della procedura di licenziamento degli 8 dipendenti, causati dalla chiusura del p.v. di via Aiace, pende un'altra spada di Damocle sui dipendenti di Partinico. A dire della società, neanche il ricorso alla CIGS è stato elemento di sostentamento per la ripresa. Nel corso dell'esame congiunto affronteremo la questione cercando dei percorsi a salvaguardia dell'occupazione. Pretenderemo chiarezza. Si ricorderà, infatti, che Gieco gestisce anche punti vendita a marchio "Migliore" dove lavorano decine di persone che già hanno vissuto il dramma della non occupazione."
 
Avviso al pubblico PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Venerdì 30 Giugno 2017 10:43
 
Avviso al pubblico PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Mercoledì 28 Giugno 2017 10:35
 
Avviso al pubblico PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Venerdì 23 Giugno 2017 16:24
 
Federdistribuzione - erogazione unilaterale PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Venerdì 23 Giugno 2017 16:22

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Giugno 2017 07:23
Leggi tutto...
 
VERTENZA COOP SICILIA: Intervista a Mimma Calabrò su "La Verità" PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Giovedì 22 Giugno 2017 10:55

 

 Si allega l'intervista al nostro Segretario Generale Mimma Calabrò in merito alla vertenza Coop Sicilia pubblicato su "La Verità" di oggi.

 

Leggi tutto...
 
SMA SIMPLY proroga accordo integrativo PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Giovedì 22 Giugno 2017 07:27
Care amiche e cari amici,
in data 21 giugno 2017 è ripreso il confronto  con la direzione di Auchan Retail Italia finalizzato alla definizione di un nuovo contratto integrativo per SMA SpA.
In apertura, si è unitariamente ribadito l'indisponibilità ad affrontare in questa trattativa di per sé già complicata, la richiesta dell’impresa di legare l’integrazione della indennità di malattia dal 4° al 20° giorno ad un numero limitato di eventi, ritenendola inaccettabile sul piano sociale e inefficace come misura per contrastare i casi di assenteismo.
Sulla spinosa questione dell’assegno ad personam abbiamo chiesto all’azienda di abbandonare le proprie pretese di non meglio specificata “rivisitazione”, essendo tali operazioni divenute ormai impraticabili per ragioni di ordine politico nonché giuridico.
Si è poi ribadita la necessità di avere maggiori garanzie rispetto alla salvaguardia occupazionale e al mantenimento dell’attuale perimetro della rete di vendita; in questa direzione si muove peraltro la nostra rivendicazione rispetto alla definizione di norme più stringenti per i lavoratori interessati da cessioni di ramo d’azienda (franchising) e sugli appalti.
Infine si è manifestata perplessità a definire una intesa in due tempi, rinviando la discussione e la definizione di un nuovo premio di risultato al prossimo autunno.
La direzione aziendale ha preso atto delle posizioni sindacali, ribadendo la volontà di addivenire ad una intesa che dia risposte, oltre che alle richieste delle lavoratrici e dei lavoratori, anche alla sua esigenza di contenimento dei costi, stante il perdurante stato di difficoltà economica.
Le parti hanno pertanto condiviso di definire una ulteriore proroga dell’attuale contratto integrativo aziendale fino al 31 dicembre 2017 con l’intento di ricercare soluzioni che consentano da un lato il mantenimento di adeguati livelli di tutela per i lavoratori e dall’altro garantiscano all’impresa corretti margini di sostenibilità economica. Tale proroga sarà anche utile ad approfondire nel merito parametri, importi, indicatori del nuovo premio di progresso.
I prossimi incontri si terranno il 18, il 28 settembre e il 13 ottobre a Bologna, il 26 ottobre a Roma.
 
Leggi tutto...
 
APPALTI STORICI e EX LSU Tavolo di Monitoraggio - Aggiornamenti “Scuole Belle" PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Lunedì 12 Giugno 2017 10:22
Care amiche e cari amici,
vi informiamo che per il 13.06.2017 è convocato il Tavolo di Monitoraggio presso il Miur. 
Unitamente alla convocazione il Ministero dell’Istruzione ha anticipato alcune attività svolte dalla Direzione Generale Risorse Umane e Finanziarie, per il proseguo e la gestione del progetto “Scuole Belle” come di seguito riportate:   
“In data 04/05/2017 è stato effettuato il consueto monitoraggio sullo stato di avanzamento delle rendicontazioni e delle liquidazioni, da cui sono stati preparati gli ordini di pagamento attualmente in fase di verifica all’organo di controllo. In allegato per conoscenza s’inviano i due file 

20170525ErogazionePlessoUltimeRate, che presenta l’analitico per plesso delle risorse erogate nelle ultime tre rate dopo i monitoraggi effettuati rispettivamente in data 21/02/2017, 24/03/2017, 04/05/2017;

20170504AggiornamentoSal#ScuoleBelle, che contiene l’aggiornamento per regione di tutti i lavori terminati, in corso ed ancora da rendicontare, con vari gradi di dettaglio, ed inoltre il totale erogato per regione e rata dalla partenza del programma sino all’ultimo monitoraggio.

Con la chiusura della rilevazione delle disponibilità integrative per i 4, 5, e 10 che presentavano le graduatorie esaurite per le province di Cagliari, L’Aquila, Isernia, Frosinone e Teramo si concluderanno le assegnazioni dei lavori dei 128 milioni stanziati da gennaio ad agosto 2017. L’assegnazione verrà inviata alle istituzioni scolastiche nella giornata di domani. In allegato s’invia il piano per conoscenza.

- E’ in corso l’attività di sostituzione di tutti gli interventi ad oggi rinunciati e dichiarati sulla piattaforma di rilevazione. A questo proposito si fa presente che verranno utilizzate per le sostituzioni tutte le dichiarazioni spontanee raccolte, sia con comunicazioni che giungono alle mail istituzionali della Direzione, sia con la disponibilità raccolta nelle varie rilevazioni. A tal proposito corre l’obbligo di ricordare che, per le province di L’Aquila e Teramo ad oggi, a meno di ulteriori disponibilità non conosciute o non pervenute, non si ha la possibilità di effettuare sostituzioni essendo terminate le istituzioni su cui effettuare gli interventi. Si prevede che l’attività, dato l’alto numero di sostituzioni da effettuare, non possa terminare prima della prima settimana di giugno.”

La riunione del 13 p.v., oltre ad approfondire le informazioni già anticipate, sarà l’occasione per avere aggiornamenti circa l’avvio della gara con procedura d’urgenza per l’anno scolastico 2017/2018. Ovviamente, visto il tema, chiederemo di avere un momento o di fissare un apposito incontro dove non siano presenti le aziende. 

Informiamo, altresì, che è arrivata una specifica convocazione per affrontare le problematiche sorte sul passaggio dei lavoratori dalle imprese in subappalto per il C.N.S., nello specifico da Roma Multiservizi a I.B.M. - Ideal Building Maintenance, ma coglieremo tale occasione per denunciare le varie situazioni analoghe che si sono determinate anche su altri passaggi di personale tra le imprese subappaltatrici e le nuove che hanno preso in carico la gestione operativa al loro posto. 

Come di consuetudine, al Tavolo di Monitoraggio per le Organizzazioni Sindacali parteciperanno i Segretari Nazionali. 

Cordiali saluti.

 
COOP SICILIA: avvio procedure licenziamento collettivo 273 esuberi PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Giovedì 01 Giugno 2017 00:00
Consegnata la comunicazione di avvio alla procedura di mobilità alle RSU/RSA della rete vendita di Coop Siciliaper un esubero pari a 273 unità.
"Sono trascorsi poco più di 4 anni da quando, a seguito della chiusura dell'allora Coop 25 Aprile e Coop 1° Maggio e conseguenziale riorganizzazione con trasferimento di ramo d'azienda in Supercoop Sicilia, un centinaio di lavoratori hanno perso il posto di lavoro. Assistiamo - dichiara Mimma Calabrò Segretario Generale Fisascat Cisl Sicilia - costantemente a riorganizzazione interne, a chiusure di punti vendita e a trasferimenti del personale da una provincia all'altra della Sicilia, a cessioni di ramo di azienda da una società ad un altra del mondo cooperativistico fino a l'odierna procedura che lascia l'ennesimo amaro in bocca. Siamo pronti ad affrontare gli incontri per l'esperimento dell'esame congiunto con la consapevolezza che seppur in un contesto societario complesso, il nostro obiettivo mirerà esclusivamente a trovare soluzioni per tutelare l'occupazione. Di certo, nell'affrontare la delicata vertenza, per la Fisascat il punto di partenza per avviare il confronto dovrà prioritariamente tener conto delle diverse storie e percorsi che i lavoratori hanno vissuto anche prima della costituzione di Coop Sicilia".

 
Altri Articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 14

Totale visite

Hits visite contenuto : 8686202

Adesso

 100 visitatori online

Ricerca sul sito

<<  Set 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
Pubblicate le istruzioni e i relativi allegati per l’erogazione dei contributi per l’acquisto dei servizi per l’infanzia.

 decreto-acquisto-servizi-infanzia

 

Leggi tutto...
 
Pensioni,opzione donna: aggiornamenti

Leggi tutto...
 
Al via la campagna di comunicazione "Costruisci il tuo futuro"

 

Leggi tutto...
 
Ecco il nuovo Mondello Palace hotel

Ecco il nuovo  Mondello Palace hotel

Ecco il nuovo
Mondello Palace hotel
 
Buste paga più pesanti per i dipendenti degli studi professionali della Sicilia.

 

Leggi tutto...
 
Regione, bando per dare soldi ai praticanti

 

Leggi tutto...
 
Bonus Irpef disoccupati e pensionati
Clicca sul logo e guarda il video
Leggi tutto...
 
Turismo in Sicilia, un portale online per chi cerca e offre lavoro

Leggi tutto...
 
La Cisl è social

 
L'illecito utilizzo del permesso della "104" giustifica il licenziamento

 

 

Leggi tutto...
 
GARANZIA GRATUITA INFORTUNI PER GLI ISCRITTI

Banner

Leggi tutto...
 
Gruppo Coin, salario variabile

Leggi tutto...
 
Tg lab ultima edizione
 GUARDA IL TG LAB
 ultima edizione
Leggi tutto...
 
ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA
 
Leggi tutto...
 
TABELLA ASSEGNI FAMILIARI 2014/2015

Leggi tutto...
 
Previdenza integrativa

Mostra immagine a dimensione intera

Leggi tutto...
 
Terziario. Siglato con Confcommercio accordo sulla detassazione

                                        

Leggi tutto...
 
Spot Tessera NOI CISL
 
FONTE pensione-complementare-per-i-dipendenti-da-aziende-del-terziario-commercio-turismo-e-servizi

 
Campagna informativa di prevenzione sulle malattie professionali

Leggi tutto...
 
Banner

LABOR TV

Banner

Ultime notizie dai Blog

Banner
Banner

Noi Cisl

Scopri le agevolazioni che ti riserva la tua nuova tessera CISL.
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
scarica la delega di iscrizione